La morte secondo la medicina biologica

Il senso biologico della morte in medicina biologica

La morte esprime significati in medicina biologica oltre a quelli rappresentati dalle culture e dalle religioni. La morte assolve per medicina biologica a precise funzioni. Un organismo pluricellulare è organizzato per tessuti portanti funzioni specializzate e necessita pertanto di lunghissimo tempo per essere prodotto e riprodotto. Un pluricellulare mostra una maggiore consapevolezza del suo habitat, sopratutto se paragonato a un organismo unicellulare. La velocità riproduttiva e consapevolezza evidenziano dunque un rapporto inversamente proporzionale. Maggiore è la consapevolezza dell’habitat espressa da una specie o da un individuo, tanto più lentamente si svolgeranno i fenomeni di riproduzione, pertanto più lungo sarà l’intervallo tra le generazioni.  Leggi tutto.

Paura equilibrata o normopaura e medicina biologica

Paura equilibrata o normopaura e medicina biologica

La paura equilibrata o normopaura è per la medicina biologica l’espressione armonica, efficiente e produttiva del campo emozionale in oggetto. Il campo emozionale paura equilibrata o normo paura è in rapporto ad una emozione da tutti ben conosciuta per i suoi basculamenti in posizione di squilibrio. Meno nota e pertanto meno apprezzata è la sua funzione armonica.

La normo paura permette di rapportarsi a un mondo talvolta insidioso con una capacità di gestione anche emotiva del pericolo. L’homo sapiens si è trovato nella sua storia spesso confrontato con pericoli improvvisi o routinari. La normo paura gli ha permesso di gestire queste emergenze in modo tale da migliorare la sopravvivenza dell’individuo e della specie.   Leggi tutto.