Dolore muscolare e medicina biologica

Dolore muscolare e medicina biologica

Dolore muscolare e medicina biologica

Dolore muscolare e medicina biologica

La medicina biologica osserva il dolore muscolare come una risposta adattativa complessa che realizza la soluzione ad una precisa area conflittuale. L’automatismo inconscio connesso a dolore muscolare realizza pertanto nei complessi processi dell’evoluzione una condizione che ha garantito la sopravvivenza. La comprensione del senso biologico del dolore muscolare favorisce la consapevolezza delle implicazioni conflittuali, che esprime. La consapevolezza del senso biologico insito nel dolore muscolare e  della sua funzione personale è dunque premessa per la conflittolisi. Il dolore muscolare rappresenta il mezzo con cui il sistema nervoso centrale segnala l’esigenza di interdire un movimento muscolare preciso. Il dolore muscolare è una opportunità per evitare un movimento interpretato come dannoso, pericoloso o letale.  Leggi tutto.

Dolore e medicina biologica

Dolore e medicina biologica

Dolore e medicina biologica

Dolore e medicina biologica

La medicina biologica osserva il dolore come una funzione neurologica complessa che realizza la soluzione ad una precisa area conflittuale realizzata nei complessi processi dell’evoluzione e che ha garantito pertanto la sopravvivenza. La comprensione del senso biologico del dolore favorisce la consapevolezza delle implicazioni conflittuali, che esprime. La consapevolezza del senso biologico insito nel dolore e  della sua funzione è dunque premessa per la conflittolisi e contribuisce al decorso di tutte sue possibili malattie connesse. Il dolore rappresenta il mezzo con cui l’organismo segnala al sistema nervoso centrale un danno tessutale avvenuto o imminente. Il dolore è pertanto un’esperienza sensoriale ed emozionale spiacevole associata a danno tissutale, in atto o potenziale.  Leggi tutto.

Paura insufficiente, ipopaura e medicina biologica

Paura insufficiente, ipopaura e medicina biologica

La paura insufficiente o ipopaura è per la medicina biologica l’espressione disarmonica, inefficiente e manchevole del campo emozionale in oggetto.  Al campo emozionale paura equilibrata corrispondono  ovviamente due condizioni di perdita di tale equilibrio: l’iperpaura e l’ipopaura. L’ipo paura è un’insufficiente capacità emotiva nella gestione di situazioni con contenuto minaccioso. L’individuo in ipopaura non riesce a gestire il conflitto biologico e quindi non lo conclude. Resta in una forma costante di paura cronica insufficiente a una reazione corretta ed è quindi non è efficiente e operativo. In ipopaura si soffre pertanto di ansia, di fobie e di angoscia.  L’ipopauroso non possiede la facoltà di gestire un’emergenza e quindi non è mai sollevato dal timore di soccombere, se questa si verifica.  Leggi tutto.