Tabagismo e medicina biologica

Tabagismo e medicina biologica

La medicina biologica è utile per  comprendere la soluzione conflittuale che il comportamento del tabagismo rappresenta. Per tabagismo s’intende la combustione del tabacco per fini rituali o per semplice piacere, che purtroppo induce abitudine o dipendenza. Il tabagismo più comune è appunto inalare fumo di tabacco che contiene nicotina, un alcaloide psicotropo e molte altre sostanze. Il fumo oltre a produrre una forma di piacere, induce purtroppo dipendenza ed effetti collaterali anche gravi. L’insorgenza degli effetti collaterali del tabagismo è in molte culture causa di sofferenza oltre a costituire un costo economico e sociale considerevole. I danni del singolo e i costi sopportati da una società con diffusione del tabagismo sono i motivi rilevanti per sconsigliarne l’uso e promuovere la disassuefazione tabagica. I costi maggiori del tabagismo però sono la permanenza in una condizione infantile di chi ne è affetto. In particolare il paziente con tabagismo ha un conflitto irrisolto con il femminile. Diversi metodi sono proposti per la terapia del tabagismo: la desensibilizzazione, la psicoterapia, la sostituzione della nicotina, la farmacologia di supporto, l’ agopuntura e le tecniche suggestive trovano impiego in questo settore. Una possibilità di aiuto importante è certamente l’analisi del tabagismo nel singolo paziente secondo la medicina biologica.  Leggi tutto.