Consulenza online

Consulenza online in medicina biologica

Consulenza online di medicina biologica Fabio Farello

Consulenza online di medicina biologica Fabio Farello

Per i pazienti che vivono lontano da Roma è possibile accedere alla consulenza del Dott. Fabio Farello con il supporto di Internet.  Il rapporto di consulenza online in  medicina biologica avviene tramite il programma Skype dopo aver concordato un appuntamento. La premessa per un rapporto di consulenza online è però una  prima visita effettuata a Roma presso lo studio del Dott. Fabio Farello, l’apertura di una cartella clinica, la verifica degli aspetti fiscali e la firma dei consensi previsti dalla Legge. Dopo l’apertura di una relazione medico paziente, gli ulteriori incontri  funzionali alla consulenza online possono avvenire a intervalli temporali concordati in relazione alla situazione clinica. I costi di ogni consulenza online sono bonificati e fatturati prima di ogni incontro. Se la consulenza online richiede una verifica dell’evoluzione fisica di una malattia è necessario concordare il supporto del medico di famiglia o di fiducia presso la città di provenienza. L’esito delle verifiche fisiche successive  e degli accertamenti diagnostici strumentali sono inviati per allegato ad una email al Dott. Fabio Farello prima della consulenza online concordata. La consulenza online prevede un tempo di circa quaranta minuti di collegamento  ed è strettamente personale. La consulenza non prevede prescrizione di medicinali o terapia fisica.

Prima di instaurare un rapporto di consulenza online è necessario venire una prima volta fisicamente a Roma presso lo studio e effettuare la prima visita. In tale occasione è opportuno portare con sè tutta la documentazione sanitaria in proprio possesso, non solo quella in relazione al motivo della consultazione. Sono utili le analisi del sangue, le radiografie, le ecografie, le risonanze magnetiche, tutti gli accertamenti strumentali eseguiti e sopratutto le prescrizioni delle pregresse e attuali terapie.  Preparare tutta la documentazione sanitaria necessaria per la prima visita in medicina biologica può richiedere tempo e precede il primo appuntamento. Dopo aver eseguito la prima visita e aperto una relazione medico paziente i successivi incontri possono essere concordati come una consulenza tramite Skype. Skype è un programma che consente tramite Internet una videotelefonata gratuita tra pc, tablet o smartphone. Se non si possiede la tecnologia per accedere alla consulenza online, è necessario organizzarsi tal senso prima. Una prova tecnica  dell’efficienza tecnologica raggiunta, precede il primo incontro online.

Per concordare gli appuntamenti e per ogni chiarimento è possibile :

1) telefonare allo 06 35454457, 06 35496655, 349 3299291

2) scrivere una email a dott.fabio.farello@gmail.com

Per la medicina biologica la gestione cosciente dei conflitti e la pacificazione emozionale sono un percorso di terapia auspicabile e soprattutto migliorativo del quadro generale e del decorso. Un percorso di medicina biologica non esclude la terapia convenzionale precedentemente intrapresa, ma la integra attraverso un lavoro di consapevolezza del senso che ogni malattia esprime nella vita del paziente. La malattia è infatti una lesione di cui la sofferenza non coincide mai, ma solo si esprime a livello di tessuto sulla quale si proietta.  Per la medicina biologica la ricerca del senso nelle lesioni applicate, non disconosce per nulla i meccanismi somatici per i quali tali malattie si realizzano nel corpo del paziente. Al contrario la medicina biologica cerca oltre la “fisicità” della malattia anche la finalità sensata delle lesioni nel contesto di una evoluzione prima personale, poi della stirpe e infine della specie. L’analisi delle sofferenze patite dal malato, dei diversi fattori aggravanti, dei campi emozionali, delle modalizzazioni e dell’insorgenza primaria possono aiutare nell’identificazione del conflitto biologico sottostante per il singolo paziente. Alcune lesioni possono determinare un notevole disagio sia interiore sia nella relazione con gli altri. Una valutazione del risentito personale connesso, secondo la medicina biologica, rappresenta una possibilità prima di comprensione e successivamente di coscienza riguardo al senso implicato, premessa ineludibile per una loro modulazione o a seconda dei casi per la loro risoluzione.

Dott. Fabio Elvio Farello, Medicina Biologica a Roma