Gioia equilibrata, normogioia e medicina biologica

Gioia equililibrata o normogioia e medicina biologica

La gioia equilibrata o normogioia è per la medicina biologica l’espressione armonica, efficace e creativa del campo emozionale in oggetto. La gioia come campo emozionale in equilibrio detta  anche normo gioia è il più elevato tra i campi, tanto da costituire il fine stesso della esistenza. La normogioia o gioia positiva è l’emozione più elevata che l’uomo possa provare e contemporaneamente anche la più elevante. L’uomo in normo gioia crea un campo emozionale ascendente nel quale si è trasportati con la forza del sorriso. Il vortice della normogioia trascina in alto fino al punto nel quale la gioia di vivere e la causa della vita coincidono. Per questa coincidenza che la normogioia rappresenta contemporaneamente sia l’inizio e il fine dell’esistenza. La trattazione della normogioia è impossibile senza sconfinare in una visione spirituale della vita. Il normogioioso vive pienamente uno stato di beatituidine e partecipazione. Si tratta di un benessere contemporaneamente fisico, emotivo e spirituale. La persona ha una salute integra, esprime i propri talenti e ha una visione partecipativa al trascendente.   Leggi tutto.

Campi emozionali e medicina biologica

Campi emozionali e medicina biologica

I campi emozionali della medicina biologica sono utili a  comprendere l’ interazione tra lesione tissulare alla sofferenza psichica. La malattia è una risposta biologica a un conflitto non derogabile nella quale sono implicati i campi emozionali. Si tratta di una modalità per la quale la necessità di sopravvivere procede evolvendo nuove capacità e maggiore consapevolezza. La vita umana è un composto di sostanza corporale, emozionale e spirituale. Pertanto per la medicina biologica la malattia deve necessariamente costituire una soluzione biologica oltre a rappresentare un processo somatico. Le emozioni sono il campo nel quale i profondi legami tra modo e senso della malattia si manifestano.   Leggi tutto.